Utilizzando il sito, accetti che questo possa impostare cookie per consentire una migliore navigazione

Ok
accetto

Privacy
policy

NOVITA' FISCALI 2016 PER L'ACQUISTO DELLA CASA

05/02/2016

 

Dielle Costruzioni Srl e Immobiliare Makos Srl, in qualità di costruttori di unità immobiliari residenziali in classe energetica A e B, richiamano l’attenzione sulle principali detrazioni e agevolazioni concesse sulla casa introdotte nell’ultima finanziaria e valide per il 2016:


1. DETRAZIONE IRPEF del 50% dell’IVA sull’ACQUISTO DI UNITA’ IMMOBILIARE a destinazione RESIDENZIALE in CLASSE ENERGETICA A o B: tale detrazione viene concessa alle persone fisiche che acquistino DALL’IMPRESA COSTRUTTRICE entro il 31/12/2016. La detrazione va ripartita in 10 anni in quote costanti. Fa fede la data del rogito notarile di acquisto.
A titolo esemplificativo:
SCENARIO ACQUISTO di “PRIMA CASA” nel 2016: nell’acquisto di prima casa, l’aliquota IVA applicata è il 4%; ad esempio, per un soggetto che acquista “prima casa” nel 2016 ad un prezzo imponibile di 300.000 euro, l’ammontare di IVA corrispondente è quindi pari a 12.000 euro; di questi la metà (ossia 6.000 euro) possono essere portati in detrazione in dichiarazione dei redditi, scomputandoli dall’IRPEF dovuta, nei limiti della quota annuale (nel caso considerato 600 euro all’anno per 10 anni, a partire dall’anno 2016).
SCENARIO ACQUISTO di “SECONDA CASA” nel 2016: Si ritiene che la detrazione spetti anche a coloro che acquistano come “seconda casa”, purchè il soggetto interessato compri dall’impresa che l’ha costruita. Nell’acquisto di seconda casa, l’aliquota IVA applicata è il 10%. Ad esempio ad un prezzo imponibile di 300.000 euro dell’unità immobiliare, l’ammontare di IVA corrispondente è quindi pari a 30.000 euro; di questi la metà (ossia 15.000 euro) possono essere portati in detrazione in dichiarazione dei redditi, scomputandoli dall’IRPEF dovuta, nei limiti della quota annuale (nel caso considerato 1.500 euro all’anno per 10 anni, a partire dall’anno 2016).


2. REGIME FISCALE AGEVOLATO per acquisto “PRIMA CASA” ANCHE SE l’acquirente non ha ancora venduto la precedente “PRIMA CASA”: dal 2016 non è più ostativo il possesso di un’altra abitazione acquistata in precedenza usufruendo dei benefici fiscali “prima casa”, purchè venga alienata entro un anno dalla data del nuovo atto di acquisto. Si potrà quindi ancora beneficiare di IVA agevolata al 4% e imposte di registro, ipotecaria e catastale fisse a 200 euro cadauna. Qualora, di contro, non si realizzasse la vendita entro un anno, si renderanno applicabili le imposte ordinarie, gli interessi e la sanzione del 30% sulla differenza di imposta.

 

3. ABOLIZIONE DELLA TASI SULL’ABITAZIONE PRINCIPALE:
ABOLIZIONE TASI SU “PRIMA CASA”: a partire dal 2016 viene abolita la Tasi (tassa sui servizi indivisibili) sugli immobili utilizzati dal proprietario come prima casa. Si tratta dell'immobile nel quale il proprietario e il suo nucleo familiare vivono abitualmente e risiedono anagraficamente. La casa deve essere iscritta come un'unica unità immobiliare; sono escluse da questa regola le sole case di lusso (categorie A-1, A-8, A-9).
ESENZIONE TASI sulle PERTINENZE: Esenti dal pagamento della Tasi anche le pertinenze dell'abitazione principale. Vengono considerate pertinenze i box auto (categoria catastale c-6), le tettoie e i magazzini (c-7), locali di sgombero e cantine (C-2), ma solo una pertinenza per ciascuna categoria catastale.
TASI PER CONIUGI SEPARATI: I separati e i divorziati la cui casa coniugale è stata assegnata all’ex da una sentenza di separazione o per annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio non dovranno pagare la Tasi. Stop, quindi, alle tasse sulla prima casa per i separati che lasciano l'abitazione all’ex coniuge.
TASI e IMU per CASE IN COMODATO D’USO GRATUITO:
si aggiunge, tra i casi (automatici) di riduzione del 50% della base imponibile a fini IMU (disciplinata dall’articolo 13, comma 3, D.L. 201/2011), anche il caso degli immobili, ad esclusione di quelli di lusso, dati in comodato d’uso ai parenti in linea retta entro il primo grado (quindi a figli o genitori). Il beneficio si applica purché il contratto sia registrato e il comodante possieda un solo immobile in Italia, e risieda anagraficamente nonché dimori abitualmente nello stesso Comune in cui è sito l’immobile concesso in comodato. Al contempo, detto beneficio, si applica anche al caso in cui il comodante, oltre all’immobile concesso in comodato, possieda nello stesso Comune un altro immobile, che non sia di lusso, adibito a propria abitazione principale.
Esenzione TASI anche per le tasse sulla casa per i proprietari di abitazioni date in comodato d’uso ai figli o ai genitori. Il proprietario, però, non deve possedere un altro immobile ad uso abitativo in Italia e nel 2015 deve aver abitato nella casa che vuole cedere al parente in linea retta entro il primo grado.

 

4. INTRODUZIONE DEL CONTRATTO DI LEASING IMMOBILIARE PER L’ACQUISTO “PRIMA CASA”:
LEASING IMMOBILIARE (o locazione finanziaria immobiliare) PER ACQUISTO “PRIMA CASA”: la banca o l’intermediario finanziario acquista l’unità immobiliare su scelta e secondo le indicazioni dell’utilizzatore e lo mette a disposizione di quest’ultimo per un predefinito periodo di tempo. La contro-obbligazione dell’utilizzatore dell’immobile consiste nel pagamento di un canone che tenga conto del prezzo di acquisto o di costruzione e della durata del contratto. Al termine del periodo contrattualizzato, l’utilizzatore ha la facoltà di acquistare la casa versando una maxi-rata finale ad un prezzo prestabilito o, in alternativa, richiedere la prosecuzione del contratto di locazione finanziaria o rinunciare definitivamente all’acquisto.
INCENTIVO ai “GIOVANI”: sempre nell’ambito della locazione finanziaria (leasing), è stato introdotto un ulteriore incentivo per le persone di età inferiore a 35 anni e con reddito complessivo annuo non superiore a 55.000 euro, che non sono proprietari di immobili a destinazione abitativa; in questo caso specifico, l’incentivo consiste nella detrazione IRPEF del 19% dei canoni e degli oneri accessori fino a 8.000 euro all’anno e una detrazione IRPEF del 19% del costo di acquisto fino ad un massimo di 20.000 euro sul pagamento del riscatto finale.
Se l’acquirente supera i 35 anni, gli importi suddetti (detraibili al 19%) sono dimezzati.
Vantaggi del leasing immobiliare: oltre ai vantaggi fiscali sopra richiamati, la possibilità di ottenere un finanziamento fino al 100% del valore dell’immobile, la flessibilità nel modulare la periodicità della rata e del riscatto finale, non dovere concedere ipoteche (essendo il concedente garantito dal mantenimento della proprietà del bene sino al riscatto).

 

5. INCENTIVO “GIOVANI COPPIE” PER ACQUISTO MOBILI IN ABITAZIONE PRINCIPALE: detrazione IRPEF del 50% delle spese documentate, sostenute nel corso del 2016, per un importo complessivo non superiore a 16.000 euro, valido solo per “giovani coppie” (i.e. coniugi o conviventi more uxorio da almeno 3 anni, con almeno uno dei due soggetti con età inferiore a 35 anni) acquirenti di unità immobiliare da adibire ad abitazione principale. La detrazione va ripartita in 10 anni. Questo beneficio non è cumulabile con quello previsto dall’art. 16 del DL 63/2013.

 

6. PROROGA FINO A FINE 2016 DELLE DETRAZIONI AL 50% PER INTERVENTI DI RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA e per il COLLEGATO ACQUISTO DI MOBILI e GRANDI ELETTRODOMESTICI:
Sono state estese al 31/12/2016 le detrazioni fiscali (detrazione IRPEF del 50% – in luogo di quella ordinaria del 36%) per le spese sostenute nel limite di euro 96.000 (anziché euro 48.000) per unità immobiliare, per gli interventi di ristrutturazione diretti al recupero del patrimonio edilizio, nonché quella del 50% per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici, di classe energetica non inferiore alla "A+" ("A" per i forni), adibiti all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione, nel limite massimo di spesa pari ad euro 10.000 per singola unità immobiliare e ripartita in dieci quote annuali di pari ammontare, indipendentemente dall’importo delle spese sostenute per i lavori di ristrutturazione.

 

7. PROROGA FINO A FINE 2016 DELLE DETRAZIONE IRPEF AL 50% PER L’ACQUISTO DI BOX AUTO PERTINENZIALE: sino al 31/12/2016, l’acquisto di box auto consente la detrazione d’imposta al 50% applicata al costo di costruzione dichiarato dal costruttore (ATTENZIONE: non sul prezzo pagato per l’acquisto). Devono, inoltre, valere le seguenti condizioni: il box auto deve essere pertinenza di un edificio abitativo; deve trattarsi di box costruito da una impresa di costruzione che ne certifica il costo; il pagamento deve avvenire con bonifico, indicando che si vuole beneficiare dell’agevolazione prevista dall’art. 16-bis del TUIR, oltre ai codici fiscali di chi effettua il pagamento e del beneficiario. Non rientrano, quindi, nell’agevolazione gli acquisti di box auto da privati o da imprese, diverse da quella che lo ha costruito. Oltre a farsi rilasciare dal costruttore la certificazione del costo di acquisto, bisogna mettere in atto tutti gli adempimenti propri per beneficiare delle detrazioni sulle ristrutturazioni.

 

8. PROROGA FINO A FINE 2016 DELLE DETRAZIONI AL 65% PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA, con una novità:
Sono state estese al 31/12/2016 le detrazioni fiscali (detrazione IRPEF del 65%) per interventi di efficienza energetica ed idrica. Inoltre, le detrazioni fiscali si applicano ora anche alle spese sostenute per l’acquisto, l’installazione e la messa in opera di DISPOSITIVI MULTIMEDIALI PER IL CONTROLLO DA REMOTO DEGLI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO o PRODUZIONE DI ACQUA CALDA o di CLIMATIZZAZIONE delle unità abitative, volti ad aumentare la consapevolezza dei consumi energetici da parte degli utenti e a garantire un funzionamento efficiente degli impianti.


Comprare casa nel 2016 ha nuovi importanti vantaggi fiscali, ti aspettiamo per farti visitare le nostre soluzioni abitative in classe energetica A e B.


Ti convincerai definitivamente che il 2016 è l’anno giusto per “investire nel mattone” di qualità.


Per una prima visione, ti invitiamo a visitare le proposte disponibili selezionando il seguente collegamento http://www.diellecostruzioni.it/pagina.php?cod=51

Utilizzando il sito, accetti che questo possa impostare cookie per consentire una migliore navigazione